Nel segno dell’innovazione e senza dimenticare la tradizione. C’è grande attesa per la quinta edizione del Parco Valentino Motor Show, il salone dell’auto all’aperto, prossimo a far rombare i motori dal 19 al 23 giugno a Torino, nell’incantevole cornice del Parco Valentino, che tra gli anni Quaranta e Cinquanta del Novecento ospitò sette edizioni di un gran premio di F1 extra-campionato. Una rassegna sempre più in crescita e che quest’anno si preannuncia ricca di numerose novità destinate a sbalordire visitatori e appassionati. A cominciare dai 54 brand presenti con i loro stand, che rappresentano il 98% del settore automotive e il record per la manifestazione. Fra questi non potrà certo mancare Ford, che esporrà l’ultimo modello della Ford GT, capolavoro di aerodinamica e potenza col nuovo motore EcoBoost da 3.5 litri, e il Nuovo Ford Ranger Raptor, il pick-up della famiglia Ford Performance destinato a vincere le sfide proposte da ogni tipo di superficie.

Uno dei temi centrali della manifestazione sarà il futuro dell’automobile, sempre più nel segno dell’elettrico e della tecnologia. Al punto che il taglio del nastro d’inaugurazione sarà effettuato, il 19 giugno e alla presenza delle istituzioni locali, da una vettura a guida autonoma. Una curiosità alla quale farà seguito il focus sulle auto elettriche che, a riprova della sempre più crescente importanza dell’alimentazione ecosostenibile, sarà ospitato per la prima volta all’interno del Parco Valentino e non più nel centro della città. I presenti potranno ammirare le vetture equipaggiate da propulsori elettrici o ibridi plug-in e, se interessati, potranno cimentarsi anche in un test-drive.

Proiezione al domani sì, ma con uno sguardo al passato. A caratterizzare il Parco Valentino Motor Show sarà anche un tuffo nelle auto sportive e d’epoca grazie ad altri due eventi: la Supercar Night Parade e il Gran Premio del Valentino.

Mercoledì 19 giugno, dalle ore 20 in avanti, lungo un circuito dinamico di sei chilometri ricavato nel centro storico di Torino che, con partenza e arrivo al Castello del Parco Valentino toccherà luoghi simbolo della città (fra gli altri, via Roma, piazza San Carlo, piazza Castello), le automobili più rappresentative di ogni brand sfileranno in tre specifiche sessioni: nella prima, la President Parade, siederanno al volante i presidenti e i CEO di ogni brand; poi, nella Journalist Parade, sarà il turno dei giornalisti; e a concludere, per la Supercar Parade, i collezionisti di auto storiche e sportive.

La parata sarà aperta da una slot di monoposto di marchi gloriosi della storia della F1, come Lotus e McLaren, che saranno capeggiate dalla Ferrari del compianto Michele Alboreto. Un’esclusiva di assoluto livello, resa possibile grazie alla partnership del Parco Valentino Motor Show con ACI e con Gian Carlo Minardi, ideatore e organizzatore dell’Historic Minardi Day, kermesse dedicata alle auto sportive d’epoca che in quattro anni è diventata un vero e proprio punto di riferimento per gli appassionati dei motori.

Infine, domenica 23 giugno, a chiudere la rassegna, ci penserà il Gran Premio del Valentino. Ben 150 equipaggi, a bordo di supercar e auto storiche, dalle 10:30 percorreranno un tracciato di quaranta chilometri che partirà da piazza Vittorio Veneto e che avrà la bandiera a scacchi alla Reggia di Venaria dopo essere transitato anche dalla basilica di Superga. Un menu squisito, in possesso di tutti gli ingredienti necessari per centrare gli obiettivi prefissati in sede di organizzazione: almeno 600.000 visitatori, che potranno beneficiare anche dell’ingresso gratuito, così da stabilire un altro primato rispetto alle precedenti edizioni e rendere ancora più famoso e popolare un evento che fra qualche anno punta ad affermarsi in ottica europea.